RHÊMES-SAINT-GEORGES

Il territorio del comune di Rhêmes-Saint-Georges
è diviso a metà tra il Parco Nazionale Gran Paradiso
e una riserva venatoria privata.

È il paradiso dei naturalisti e di chi ama una montagna discreta,
offrendo vette ardite ai più coraggiosi
e la tranquillità dei suoi 1200 metri di altitudine
a coloro che cercano un rifugio dal caos cittadino.

La Chiesa parrocchiale di Rhêmes‐Saint‐Georges
è dedicata a San Giorgio, protettore del paese,
ed è stata costruita nel il XIII secolo.

L’edificio fu ristrutturato nel 1713.
Della struttura medioevale originaria
mantiene la parte inferiore del campanile,
che porta tracce di stile romantico, e le fondamenta.

A Rhêmes-Saint-Georges la natura
è alla portata dei bambini, guidati a conoscerla e ad amarla
attraverso le diverse iniziative di educazione ambientale.

L’area Espace Loisir comprende il nuovo
parco ludico culturale “Lo Berlò”,
che coniuga giochi tradizionali e giochi interattivi.
L’area Espace Loisir comprende anche
il nuovo locale di vendita dei prodotti tipici.

Le frazioni, i villaggi e gli alpeggi
parlano di una popolazione che per secoli
è vissuta su queste montagne in autosufficienza.
Questa valle è abitata da 3000 anni.

Durante l’emigrazione del XIX secolo
i Sen‐Dzordzen si specializzarono come ramoneurs (spazzacamini)
e colporteurs (venditori ambulanti).
Lo spirito di solidarietà
fece sì che inventassero un nuovo dialetto,
un “argot” denominato vouèco,
di cui restano tracce nel patois locale e nelle memorie dei più anziani.

L’ambiente alpino si può apprezzare in tutte le sue varietà.
In ogni stagione Saint-Georges offre esperienze
indimenticabili a tutti gli amanti della natura.

| Cultura |
About The Author
-